Storia PDF Stampa E-mail


Il nostro grande maestro e fondatoreLa Banda Musicale "Francesco Curcio" porta attualmente il nome del suo fondatore e primo maestro che, nel 1987, dava vita a questa giovane realtà intitolandola all'insigne musicista amanteano Achille Longo, padre del più celebre Alessandro. Pur nella sua recente storia, tale formazione si inquadra nel panorama della illustre tradizione bandistica amanteana, consolidatasi in circa un secolo e mezzo di attività. Ne è testimonianza il fervido terreno culturale in cui fiorisce il precoce amore del maestro Francesco Curcio per la musica: già a dieci anni muoveva i primi passi nel concerto civico di Amantea, diretto dal maestro Mario Aloe, del quale fu allievo, e per vent'anni componente - in qualità di primo clarinetto solista - della formazione che, più tardi, guiderà musicalmente per un decennio. Nel 1987 iniziava nella sua vita un nuovo capitolo, quello della banda musicale "Achille Longo", alla quale il maestro trasmetteva la preziosa eredità costituita dall'amore per la musica, la passione per gli autori classici, l'impegno, lo spirito di sacrificio. Dotato di profonda tolleranza e umanità, virtù affiancate alla totale dedizione con cui curava la preparazione degli allievi, il maestro riusciva a creare una formazione di indubbio valore artistico che avrebbe visto alternarsi tra le sue fila, nel volgere di pochi anni, due generazioni di musicisti. La valenza sociale della sua iniziativa sarà definitivamente consacrata con la consegna - due anni dopo la sua scomparsa - della medaglia d'oro alla memoria. Attingendo dalle risorse umane del proprio organico, nel 1997, la banda musicale si affidava, per circa un biennio, alla direzione del giovane maestro Giuseppe Veltri, diplomatosi in tromba presso il conservatorio di Latina. Sotto la sua guida la banda, pur rimanendo fedele alla sua vocazione per il repertorio classico, si inoltrava anche in percorsi musicali vicini alla sensibilità giovanile riscuotendo consensi presso il pubblico.

Maestro Feroleto

Dal 1999, e per cinque anni, a dirigere la Banda Musicale "Francesco Curcio" è il maestro Filippo Feroleto, docente di Clarinetto presso il conservatorio di musica "Stanislao Giacomantonio" di Cosenza. Le sue riconosciute doti artistiche e umane, quasi riproposizione di una naturale continuità con l'esperienza originaria, permettono di ricreare un clima di acceso entusiasmo tra i componenti dell'associazione proponendo quest'ultima, dal punto di vista artistico, su un ottimo livello qualitativo. Il rigore di una conduzione artistica altamente qualificata crea le premesse per il raggiungimento, da parte della formazione musicale, di un elevato grado di professionalità e di brillanti traguardi. E’ lui che, nell’arco di tre edizioni del Raduno Bandistico “F. Curcio”, porge gli onori di casa agli oltre 1500 musicisti provenienti da ben 10 regioni d’Italia (Calabria, Puglia, Campania, Sicilia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia), ed è lui a guidare la prima trasferta internazionale della Banda Musicale  in Portogallo: un incalzante susseguirsi di eventi senza precedenti che squarcia il velo di torpore che aveva fino ad allora avvolto la pur ultracentenaria attività bandistica amanteana.

Nell’estate del 2004 la bacchetta passa nelle mani di Maria Francesca Latella, diplomatasi diciottenne (nel luglio 2000) in clarinetto con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M°Antonio Bifano presso il Conservatorio di Musica "S. Giacomantonio" di Cosenza. Seppur giovanissima, la neodirettrice può già vantare un curriculum di assoluto prestigio, avendo vinto numerosi concorsi, borse di studio e avendo in attivo diverse collaborazioni orchestrali in Italia e all'estero.  Sotto la sua direzione, la Banda vince a Napoli la selezione interregionale (riservata alle migliori bande musicali di Calabria, Basilicata e Campania) del concorso “Energia in Banda” patrocinato dall’ Enel in collaborazione con l’ANBIMA e approda alla finalissima di Settembre che ha luogo a Firenze. Qui la Banda Musicale “Francesco Curcio” è premiata quale più giovane tra le migliori dieci formazioni selezionate nel corso di competizioni che hanno coinvolto oltre 1500 complessi bandistici in tutta Italia. L’intensa e fortunata parentesi di Maria Francesca Latella alla guida artistica della Banda si chiude però dopo soli tre mesi, a causa dei crescenti impegni professionali.

A dirigere la Banda Musicale “Francesco Curcio” è oggi il Maestro Perri Altomare Alfonso. Intraprende lo studio della musica con il maestro Francesco Curcio. Compie gli studi di fagotto presso il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza sotto la guida del maestro  Maurizio Barigione  e successivamente diventa allievo del maestro Angelo De Paola con il quale nell'ottobre del 2008 consegue il diploma accademico di 1º livello in direzione e strumentazione per banda. Frequenta vari Master di Direzione tenuti dai Maestri: Angelo De Paola, Fulvio Creux, Jan Van Der Roost, Angelo Bolciaghi e Hardy Mertens. Attualmente la formazione bandistica vanta un organico numericamente superiore alle settanta unità, costituito in gran parte da giovani molti dei quali frequentanti i conservatori della regione, a cui si affianca un folto e crescente vivaio di giovanissimi allievi.

 

Cerca nel sito

Facebook

YouTube

Twitter

Contatore Visite

Visite: 54371

Chi è online

 4 visitatori online